Videogiochi

Google smetterà di creare videogiochi per la sua piattaforma Stadia

Google smetterà di creare videogiochi per la sua piattaforma Stadia

Google smetterà di produrre videogiochi, meno di due anni dopo il lancio della sua piattaforma di gioco Stadia altamente pubblicizzata .

La società sta chiudendo Stadia Games and Entertainment (SG&E), il suo servizio interno di sviluppo di giochi, ha annunciato Phil Harrison, vicepresidente e GM di Stadia.

“Creare i migliori giochi da zero richiede molti anni e un investimento significativo, e il costo sta aumentando in modo esponenziale”, ha detto Harrison. Ha aggiunto che l’obiettivo sarà ora lavorare con sviluppatori esterni per rendere i loro giochi disponibili su Stadia.
“Nei prossimi mesi, la maggior parte del team SG&E passerà a nuovi ruoli”, ha affermato.

Jade Raymond, il dirigente responsabile di SG&E che in precedenza ha lavorato per Sony, Electronic Arts e Ubisoft, lascerà Google per “perseguire altre opportunità”, ha aggiunto Harrison.

I giochi rilasciati dall’unità in collaborazione con i partner di Google includono “Gylt”, “Outcasters” e “Submerged: Hidden Depths”. Stadia aveva anche creato studi per sviluppare giochi interni che ora verranno chiusi. Google non ha commentato quanti dipendenti saranno interessati dalla chiusura.

Google è una delle numerose aziende di Big Tech che ha fatto una spinta aggressiva nei giochi negli ultimi anni, insieme ad Amazon, Apple e Facebook.

Ma lo sviluppo di giochi da zero sembra essere un passaggio troppo pesante (con un rendimento insufficiente) anche per queste aziende con risorse praticamente illimitate.

Stadia, il servizio di cloud gaming di Google, è stato lanciato a novembre 2019, con alcuni che lo paragonavano al Netflix dei videogiochi. Gli utenti possono riprodurre in streaming e giocare tramite smartphone, browser Web o in modalità wireless tramite un dispositivo Chromecast.

Leggi anche: I profitti di Nintendo aumentano durante la pandemia
Seguiteci anche su Facebook & Twitter

Grave lutto per i Pooh: è morto Alex De Benedictis
alex de benedictis
Grave lutto per i Pooh: è morto Alex De Benedictis
Natale naturale: 9 idee per decorare con le piante
arredamento
Natale naturale: 9 idee per decorare con le piante
Stella di Natale: 10 cose da sapere
lifestyle
Stella di Natale: 10 cose da sapere

Peoplenow.it è partner di Smart eCommerce. La piattaforma editoriale e pubblicitaria per i siti ed i blog di informazione on-line. Smart eCommerce è curatore tecnologico e proprietario dei server che ospitano il sito. Smart eCommerce è curatore commerciale per la monetizzazione del traffico del sito. Chiedi info via e-mail ad adv@smartecommerce.it