I danni da specie invasive “triplicano ogni decennio”

Una ricerca scientifica ha scoperto che i costi dei danni causati dalle invasioni di specie invasive in tutto il mondo triplicano ogni decennio.
sei in  Ambiente

6 mesi fa - 2 Aprile 2021

Una ricerca scientifica ha scoperto che i costi dei danni causati dalle invasioni di specie invasive in tutto il mondo triplicano ogni decennio.

Zanzare, ratti, ambrosia e termiti sono tra le specie invasive che hanno fatto l’autostop sulle rotte commerciali globalizzate, portando malattie, distruzione dei raccolti e danni agli edifici.

Gli scienziati hanno calcolato i costi a $ 1,3 trilioni dal 1970 e hanno affermato che anche questa “somma sbalorditiva” potrebbe essere una grande sottostima poiché molti danni non vengono dichiarati.

I costi in rapida crescita non mostrano alcun segno di rallentamento, hanno detto i ricercatori, e sono più di 10 volte superiori ai finanziamenti per prevenire o affrontare queste invasioni biologiche.

Hanno detto che l’azione globale per combattere le specie invasive è rimasta limitata, soprattutto perché gli impatti “profondi” sono scarsamente compresi dal pubblico e dai politici.

Le zanzare del genere Aedes, come la zanzara tigre, hanno diffuso Zika, dengue, febbre gialla e altri virus e sono state responsabili dei maggiori costi registrati.

I roditori invasivi come il ratto nero, lo scoiattolo grigio, la nutria e il topo domestico causano anche gravi danni alla salute umana, ai raccolti e alle scorte di cibo e alla fauna selvatica autoctona .

Le termiti di Formosa, voraci consumatori di legno, sono un problema particolare negli Stati Uniti, mentre la formica rosso fuoco si è diffusa dalla sua casa sudamericana in Australia, Nuova Zelanda, diversi paesi asiatici e caraibici e negli Stati Uniti. Il verme dell’esercito autunnale, che può distruggere molti raccolti, è arrivato in Africa nel 2016 e ha ormai invaso dozzine di paesi.

“I costi economici delle specie aliene invasive dal 1970 sono enormi, in costante aumento, ma ancora massicciamente sottostimati”, ha detto Christophe Diagne, dell’Università Paris-Saclay, in Francia, e che ha guidato la ricerca. Ha detto che l’aumento dei danni rispecchiava la crescita del commercio internazionale e l’area in espansione di terreni agricoli e insediamenti che gli invasori possono danneggiare.

Il Prof Corey Bradshaw, della Flinders University in Australia, che faceva parte del gruppo di studio, ha dichiarato: “Più velocemente rilevi le specie invasive e più velocemente agisci, più è economico nel lungo periodo”.

Ha detto che i consumatori hanno finito per pagare il danno attraverso l’aumento dei prezzi per il cibo e altri prodotti e l’aumento dei costi sanitari.

La ricerca, pubblicata sulla rivista Nature, ha analizzato più di 1.300 stime di danni causati da animali e piante invasive.

I costi erano più alti negli Stati Uniti, in India, in Cina e in Brasile, ma questo probabilmente riflette dove i problemi sono stati più segnalati. Ci sono pochi o nessun dato in molte altre parti del mondo.

Leggi anche: Gli elefanti africani sono ora in grave pericolo di estinzione

Seguiteci anche su Facebook & Twitter

I danni da specie invasive “triplicano ogni decennio”
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Ambiente Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST natura Oggi