L’almanacco di oggi (16 dicembre). La battaglia delle Ardenne e gli altri fatti storici


L’almanacco di oggi (16 dicembre). La battaglia delle Ardenne e gli altri fatti storici

Il 16 dicembre è il 350º giorno del calendario gregoriano (il 351º giorno negli anni bisestili). Mancano 15 giorni alla fine dell’anno.

In questo giorno, 16 dicembre …

1944: La battaglia delle Ardenne nella seconda guerra mondiale inizia quando le forze tedesche lanciano un attacco a sorpresa contro le forze alleate attraverso la foresta delle Ardenne in Belgio e Lussemburgo. (Gli alleati alla fine sarebbero stati in grado di respingere i tedeschi).

Anche in questo giorno:

1773: Il Boston Tea Party si svolge quando i coloni americani salgono a bordo di una nave britannica e scaricano più di 300 casse di tè nel porto di Boston per protestare contro le tasse sul tè.
1905: La rivista di intrattenimento Variety esce con il suo primo numero settimanale.

1950: il presidente Harry S. Truman proclama lo stato di emergenza nazionale per combattere “la conquista del mondo da parte dell’imperialismo comunista”.

1960: Gli aerei United Air Lines DC-8 e TWA Super Constellation si scontrano su New York City, uccidendo 134 persone.

1980: Harland Sanders, fondatore della catena di ristoranti Kentucky Fried Chicken, muore a Shelbyville, Ky., Fino all’età di 90 anni.

1982: Anne M. Gorsuch, capo dell’Agenzia per la protezione ambientale, diventa il primo ufficiale di gabinetto ad essere citato per oltraggio al Congresso per aver rifiutato di presentare documenti richiesti da una commissione congressuale.
2000: il presidente eletto George W. Bush sceglie Colin Powell per diventare il primo segretario di stato afroamericano.

2008: La Cleveland Clinic annuncia che i suoi chirurghi hanno eseguito il primo trapianto facciale quasi totale su una donna gravemente sfigurata. (La donna, Connie Culp, renderà pubblica la sua identità nel maggio 2009.)

2012: il presidente Barack Obama visita Newtown, Connecticut, la scena del massacro della Sandy Hook Elementary School; dopo aver incontrato in privato le famiglie delle vittime, il presidente dice a una veglia serale che userà “qualunque potere” ha per prevenire future sparatorie.

2013: nella prima sentenza di questo tipo, il giudice del tribunale distrettuale degli Stati Uniti Richard Leon dichiara che la raccolta in massa di tabulati telefonici degli americani da parte della National Security Agency probabilmente viola il divieto della Costituzione di perquisizioni irragionevoli.

Leggi anche: Condannato a morte in Giappone il Twitter Killer
Seguiteci anche su Facebook & Twitter


Peoplenow.it è partner di Smart eCommerce. La piattaforma editoriale e pubblicitaria per i siti ed i blog di informazione on-line. Smart eCommerce è curatore tecnologico e proprietario dei server che ospitano il sito. Smart eCommerce è curatore commerciale per la monetizzazione del traffico del sito. Chiedi info via e-mail ad adv@smartecommerce.it