Lisa Pfaff, la mamma che combatte per il trapianto di faccia del figlio dopo che è sopravvissuto a un tentativo di suicidio
Mondo

Lisa Pfaff, la mamma che combatte per il trapianto di faccia del figlio dopo che è sopravvissuto a un tentativo di suicidio

Lisa Pfaff, una mamma del Michigan ha vissuto l’inimmaginabile quando suo figlio si è ferito e ora chiede aiuto per dargli una seconda possibilità di vita.

Lisa Pfaff ha detto a People che ricorda ancora vividamente la notte traumatica del marzo 2014 in cui la vita della sua famiglia è cambiata per sempre.

Suo figlio Derek, allora diciannovenne, era a casa dal college durante le vacanze di primavera quando ha tentato il suicidio, sparandosi in faccia fuori dalla sua casa di Harbour Beach.

“Ho completamente perso la testa”, dice Lisa Pfaff. “È davvero straziante. Credevo davvero che sarebbe morto quella notte.”

Da allora, Derek, che ora ha 26 anni, ha subito 58 interventi di ricostruzione facciale. Sebbene sia ancora su una macchina per l’alimentazione e abbia una tracheotomia per aiutarlo a respirare, si è quasi ripreso dall’incidente e recentemente si è qualificato per un trapianto di faccia.

Tuttavia, poiché la procedura è considerata un “intervento chirurgico sperimentale”, Lisa dice che la sua assicurazione ha negato la loro richiesta di coprire il trapianto e il farmaco anti-rigetto.

“Sono passati sette anni e il modo più semplice per descriverlo è che stai percorrendo un tunnel molto buio e non vedi alcuna luce”, dice la mamma di cinque figli , che ha creato una pagina GoFundMe per raccogliere fondi per la procedura di suo figlio.

“Fai un passo avanti e poi qualcosa non va bene, e noi facciamo cinque passi indietro”, aggiunge. “Il mio cuore soffre per lui. Come madre, vuoi sistemare le cose per i tuoi figli, e non c’è niente che io possa fare in questo momento oltre ad amarlo e sostenerlo.”

Prima dell’incubo di Derek, Lisa Pfaff dice che suo figlio era un “ragazzo tipicamente americano”.

“Era un appassionato giocatore di football, era un running back di tutti gli stati … aveva una passione per le persone”, spiega. “È sempre stato molto generoso e premuroso per gli altri”.

Ma Lisa dice che Derek ha iniziato a fare “molta pressione su se stesso” al college mentre si laureava in infermieristica.

“Ha sempre [voluto] essere il meglio che poteva essere”, spiega. “E arrivò il secondo semestre di college. Le lezioni erano più dure e potevo vedere che stava mettendo sempre più pressione su se stesso”.

La notte prima dell’incidente, Lisa Pfaff dice che le cose sembravano normali e Derek, che era appena tornato a casa da una gita sugli sci, ha chiesto di invitare degli amici.

Lisa dice di essere andata a controllare Derek perché suo marito Jerry stava uscendo per andare al lavoro intorno all’1: 45. Notò subito che non era nella sua camera da letto o nel seminterrato, ma le sue chiavi e il portafoglio erano ancora sul bancone.

Jerry alla fine ha controllato fuori, dove ha trovato Derek “sdraiato su un mucchio di neve rossa”, secondo GoFundMe.

L’adolescente è stato portato d’urgenza all’Hurley Medical Center di Flint e in seguito trasferito da Henry Ford a Detroit, dove è stato messo in supporto vitale e in coma farmacologico, afferma la raccolta fondi.

“Non era cerebralmente morto, come inizialmente pensato, e l’obiettivo era di tenerlo in vita”, ha scritto Lisa su GoFundMe. “Aveva 28 sacche e tubi che entravano e uscivano da lui. Il suo cervello era gonfio e non avevamo idea di quale sarebbe stata la sua qualità di vita se fosse sopravvissuto”.

Ma Derek ha battuto le probabilità, e nel giugno di quell’anno è stato autorizzato a tornare a casa.

“È uscito dall’ospedale con la testa alta e alta meno di tre mesi dopo”, dice. “Il responsabile della riabilitazione ci ha detto: ‘È anni avanti rispetto a dove dovrebbe essere. È assolutamente un miracolo che sia in grado di farlo'”.

Da allora, Lisa dice che è stato un “enorme adattamento per la nostra famiglia”, ma non hanno mai vacillato nel loro sostegno a Derek.

“Questo potrebbe rendere la tua famiglia più forte o letteralmente cadere a pezzi”, dice Lisa. “E tutti nella nostra famiglia si sono davvero fatti avanti e si sono radunati attorno a Derek. Era solo amore e sostegno incondizionati.”

Oggi, Derek – che inizialmente ha ricevuto consulenza per la salute mentale in ospedale – sta andando alla grande, sia fisicamente che mentalmente, secondo sua madre.

“Non mi preoccupo che abbia pensieri suicidi. Sono sicura al 100% che non lo farebbe mai più”, dice Lisa, aggiungendo che suo figlio le ha persino detto dopo l’incidente, “Non lo farei mai a me stessa”.

“È molto impegnato ad aiutare gli altri e a condividere la sua storia. Ha superato tutto ed è il mio eroe”, aggiunge.

Sebbene Lisa Pfaff in precedenza avesse mantenuto la storia di Derek privata, dice che la sua visione ottimistica anche dopo essere stata negata tre volte dalla compagnia di assicurazioni è stata ciò che l’ha ispirata ad avviare recentemente GoFundMe.

“L’ho davvero protetto e protetto dal mondo. Non era a suo agio uscire in pubblico e mi sento come se avessi messo questa bolla protettiva intorno a lui”, dice. “Ma è arrivato il 2021 e lui ha detto: ‘Questo è il momento'”.

Finora, la pagina ha raccolto oltre $ 75.000 del suo obiettivo di $ 1 milione – che la mamma dice che andrà verso un trapianto che, si spera, gli permetterà di mangiare e respirare di nuovo da solo.

Non cambierà chi è dentro. Ma all’esterno, sarà in grado di influenzare davvero tanti altri”, dice Lisa. “È giovane. Voglio che sia in grado di sposarsi, avere una famiglia e avere un volto in cui le persone non lo guardano sempre, e hanno davvero una seconda possibilità nella vita”.

Nonostante sia stato un viaggio difficile, Lisa Pfaff spera che le persone imparino dalla sua storia.

“Chiedo sempre: ‘Perché la nostra famiglia?’ E poi guardo quanto è diventata forte la nostra famiglia e penso, ‘Questo è il motivo’ “, spiega. “Se possiamo salvare una famiglia dall’affrontare ciò che la nostra famiglia ha vissuto negli ultimi sette anni, allora è quello che vogliamo entrambi”.

“Non portare il peso sulle spalle da solo. Perché anche se pensi che alle persone non importi, invece le persone lo fanno”, dice. “Non avrei mai pensato che Derek avrebbe fatto questo … e il fatto che sia successo a lui, non voglio che succeda a nessun altro.”

Leggi anche: Katie Holmes sul tempo che passa: “Abbraccio la mia età con gratitudine”

Seguiteci anche su Facebook & Twitter

Grave lutto per i Pooh: è morto Alex De Benedictis
alex de benedictis
Grave lutto per i Pooh: è morto Alex De Benedictis
Natale naturale: 9 idee per decorare con le piante
arredamento
Natale naturale: 9 idee per decorare con le piante
Stella di Natale: 10 cose da sapere
lifestyle
Stella di Natale: 10 cose da sapere

Peoplenow.it è partner di Smart eCommerce. La piattaforma editoriale e pubblicitaria per i siti ed i blog di informazione on-line. Smart eCommerce è curatore tecnologico e proprietario dei server che ospitano il sito. Smart eCommerce è curatore commerciale per la monetizzazione del traffico del sito. Chiedi info via e-mail ad adv@smartecommerce.it