Milano resta la città con gli stipendi più alti d’Italia: l’Osservatorio JobPricing registra un calo dei salari medi intorno al 2,1% nel 2020

Chiusure e blocchi hanno influenzato negativamente le posizioni meno pagate, mentre manager e dirigenti hanno persino accumulato dei bonus di produzione
sei in  Italia

7 mesi fa - 19 Maggio 2021

Milano resta la città con gli stipendi più alti d’Italia: l’Osservatorio JobPricing registra un calo dei salari medi intorno al 2,1% nel 2020; in linea con quanto accaduto in Italia.

Chiusure e blocchi hanno influenzato negativamente le posizioni meno pagate, mentre manager e dirigenti hanno persino accumulato dei bonus di produzione.

Milano rimane la città con i salari più alti in Italia, anche nell’anno del Covid, ma l’ultimo rapporto sui salari dell’Osservatorio JobPricing apre serie speculazioni sul divario che si verifica tra il vertice e il fondo della piramide salariale.

Se prendiamo i dati sugli stipendi nazionali, Milano non ha eguali in Italia (poco più di 35mila euro “lordi” annui).

Anche se consideriamo solo la parte fissa degli stipendi annuali, Milano con una media di 33.867 euro annui si classifica prima città italiana.

Ma analizzando le tendenze dell’ultimo anno e del medio termine (dal 2015) emerge un quadro di stagnazione, che corrisponde a quanto dimostra il resto della penisola.

La variazione della retribuzione annua lorda rispetto al 2019 è sostanzialmente in linea con la media nazionale (-0,1% a Milano contro 0% in Italia); ad eccezione dei dati degli amministratori delegati, che mostrano un 1,7%).

Ripensando a quanto accaduto dal 2015, i lavoratori del capoluogo lombardo (il database fa riferimento ai dati sui dipendenti del settore privato) hanno perso l’1% (1,8% a livello nazionale).

Gli stipendi dei lavoratori (-2,5% ) ha sofferto più degli stipendi dei dirigenti (+ 0,5%).

Se prendiamo in considerazione solo i dipendenti che ricevono premi, la voce paga è diminuita del 27% nell’anno della pandemia, mentre tra i dirigenti è cresciuta del 9,4% rispetto al 2019.

In pratica, i bonus dei dirigenti erano protetti, mentre i livelli inferiori pagavano i costi di isolamento.

Milano resta la città con gli stipendi più alti d’Italia: l’Osservatorio JobPricing registra un calo dei salari medi intorno al 2,1%

Leggi anche: McDonald’s paga 50 dollari alle persone che si recano colloquio di lavoro.

Seguiteci anche su Facebook & Twitter

Milano resta la città con gli stipendi più alti d’Italia: l’Osservatorio JobPricing registra un calo dei salari medi intorno al 2,1% nel 2020
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Italia Condividi adesso
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin
TEMI DI QUESTO POST Oggi