Oltre 1,3 milioni di bambini e adolescenti in Italia vivono in assoluta povertà anche a causa della pandemia 

I dati del rapporto dell'organizzazione internazionale Save the Children
sei in  Senza categoria

6 mesi fa - 8 Giugno 2021

Oltre 1,3 milioni di bambini e adolescenti in Italia vivono in assoluta povertà anche a causa della pandemia.In Italia, il numero di bambini e adolescenti che vivono in povertà assoluta è aumentato di quasi il 10% nell’ultimo decennio e ha raggiunto 1.346.000 nel 2020, rappresentando il 13,6% dei minori italiani.

Questi i dati del rapporto dell’organizzazione internazionale Save the Children dove si sottolinea che i dati riportati sono destinati a crescere ulteriormente a causa della crisi economica causata dalla pandemia di covid-19.

A seguito della pamendimia molti genitori, 345mila solo l’anno scorso, hanno perso il lavoro, che di conseguenza ha ridotto le loro opportunità economiche.

La responsabile di Save the Children Italia, Daniela Fatarella, citata dall’agenzia, ritiene che “gli ammortizzatori sociali; che non sono aumentati da diversi anni, ora sembrano aver iniziato a calare del tutto”; cosa che non dovrebbe essere consentita.

Per invertire la tendenza, ritiene, è necessario innanzitutto creare condizioni che garantiscano a tutti i bambini il diritto a ricevere un’istruzione di qualità. Si tratta, in particolare, di fornire agli studenti l’accesso a Internet; i cui problemi di utilizzo si sono manifestati durante l’ultimo anno, quando le scuole sono state trasferite alla didattica a distanza a causa del covid-19.

Il 29,3 per cento degli studenti italiani delle scuole superiori di primo grado non può scaricare file dalla piattaforma Internet della scuola; Il 32,8 percento non sa come utilizzare un browser web e l’11 percento non è in grado di dividere lo schermo quando viene chiamato tramite il programma di zoom.

Questi risultati sono presentati nello stesso rapporto di Save the Children. Dati ottenuti in un sondaggio di opinione; condotto tra 772 studenti di 13 anni in 11 città italiane, tra cui Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Ancona.

Save the Children, creata il 19 maggio 1919, è una delle più grandi Organizzazioni internazionali indipendenti e opera in 125 paesi con una rete di 28 organizzazioni nazionali e una struttura internazionale

Oltre 1,3 milioni di bambini e adolescenti in Italia vivono in assoluta povertà anche a causa della pandemia 
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin
TEMI DI QUESTO POST