Papa Francesco e le norme anti-corruzione in Vaticano: oggi l’annuncio della “stretta” contro i corrotti

sei in  Mondo

7 mesi fa - 29 Aprile 2021

Papa Francesco e norme anti-corruzione in Vaticano: oggi l’annuncio della “stretta” contro i corrotti.

Papa, stretta anti-corruzione Vaticano Co una Lettera Apostolica, Papa Francesco, ha disposto norme severe anti-corruzione all’interno delle istruzioni vaticane.

Il Santo Padre ha previsto rigide disposizioni sulla trasparenza nella gestione della finanza pubblica all’interno dello Stato della Città del Vaticano.

Francesco ha ordinato agli alti funzionari del Vaticano, dopo aver assunto l’incarico o ogni due anni di firmare una dichiarazione in cui dichiarano di non essere stati condannati e di non comparire in cause penali.

Firmando la dichiarazione, i funzionari vaticani confermano di non essere coinvolti in casi penali di corruzione, frode, riciclaggio di denaro, criminalità minorile ed evasione fiscale.

Inoltre, secondo un comunicato pubblicato sul sito web della Santa Sede:

non sono autorizzati a fare investimenti o contanti in paesi che sono nell’elenco delle giurisdizioni ad alto rischio di riciclaggio o finanziamento del terrorismo.

Tutti i beni e la retribuzione dei funzionari vaticani dovrebbero essere ricevuti da loro solo come risultato di attività legali, e ai dipendenti della Curia romana e di altre strutture del Vaticano è vietato accettare doni per un valore superiore a 40 euro, afferma il documento.

A marzo, il Papa ha tagliato gli stipendi dei cardinali e dei dipendenti delle istituzioni della Santa Sede:

la remunerazione monetaria dei cardinali è diminuita del 10%; mentre per dipendenti del governatorato della Città del Vaticano e altri organi di governo la diminuzione dello stipendio è stata dell’8%.

La nuova legge anticorruzione dello Stato del Vaticano è stata stata promulgata da Papa Francesco alla vigilia dell’annuncio del parere del Comitato di Esperti del Consiglio d’Europa sulla valutazione delle misure di contrasto al riciclaggio attuate della Santa Sede.

Infatti la Santa Sede rischiava di essere inserita nella white list gli stati rischiosi.

Leggi anche: Il Vaticano prevede un deficit di quasi 50 milioni di euro a causa del COVID.

Seguiteci anche su Facebook & Twitter

Papa Francesco e le norme anti-corruzione in Vaticano: oggi l’annuncio della “stretta” contro i corrotti
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Mondo Condividi adesso
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin
TEMI DI QUESTO POST