Riaffiora il borgo sommerso di Curon dopo che il Lago di Resia è stato in svuotato per dei lavori

Dagli edifici dell'insediamento è rimasto visibile a picco sull'acqua solo il campanile trecentesco.
sei in  Green

4 mesi fa - 20 Maggio 2021

Riaffiora il borgo sommerso di Curon dopo che il Lago di Resia è stato in parte svuotato per dei lavori di manutenzione e così sono riaffiorati i resti del paesino sommerso.

Le rovine di una città altoatesina, allagata più di 70 anni fa, sono state il risultato del prosciugamento di un lago artificiale.

L’insediamento di Curon Venosta è un comune italiano di 2 380 abitanti della provincia autonoma di Bolzano in Trentino-Alto Adige.

Il villaggio è situato nei pressi del Passo Resia, fu completamente sommerso nel 1950. Infatti, vi si formò il lago artificiale di Resia, il più grande dell’Alto Adige.

In precedenza c’erano tre piccoli laghi naturali, che si è decise di unire con una diga per garantire il funzionamento di una nuova centrale idroelettrica.

Negli anni del dopoguerra iniziò il processo di industrializzazione in Italia e si decidete di utilizzare i territori montuosi del nord per rifornire di energia le grandi imprese industriali della vicina Lombardia.

Di conseguenza, 150 famiglie furono spostate da quella zona in altre abitazioni, tra il 1947 e il 1949, quando fu eretta la diga.

Dagli edifici dell’insediamento è rimasto visibile a picco sull’acqua solo il campanile trecentesco.

Una delle leggende locali dice che a volte il suo suono si sente sul lago. Tuttavia, secondo la testimonianza dei veterani, le rovine del villaggio sono apparse durante la riparazione della diga.

Lavori  che vengono eseguiti ogni 20 anni con il serbatoio che viene drenato e poi viene nuovamente riempito. Inoltre,  quello di Resia non è l’unico lago artificiale.

In precedenza, durante la pulizia di un altro bacino idrico in Alto Adige, sono stati ritrovati reperti archeologici piuttosto importanti; indicanti l’esistenza di un antico insediamento, che ha costretto una piccola revisione dell’intera storia della regione dolomitica, che, per volontà della storia, entrò a far parte dell’Italia e conservò la lingua tedesca.

Riaffiora il borgo sommerso di Curon dopo che il Lago di Resia è stato in svuotato per dei lavori

Leggi anche: George Clooney ti invita a casa sua sul Lago di Como.

Seguiteci anche su Facebook & Twitter

Riaffiora il borgo sommerso di Curon dopo che il Lago di Resia è stato in svuotato per dei lavori
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Green Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST