Shining, Shelley Duvall ritratta su Stanley Kubrick: “Durante ‘Shining’ era molto amichevole con me”

Shelley Duvall si è raccontata in una nuova intervista in cui ha parlato a fondo della sua vita e carriera. Soprattutto di Stanley Kubrick in Shining.
sei in  Attori

11 mesi fa - 12 Febbraio 2021

L’attrice Shelley Duvall è di nuovo pronta a raccontare la sua versione dei fatti sul suo ruolo da co-protagonista nel cult movie Shining di Stanley Kubrick.

Dopo aver abbandonato da più di un trentennio la recitazione, la Duvall è stata raggiunta da The Hollywood Reporter per ripercorrere, in una intensa intervista, la storia della sua vita e della sua carriera.

L’ultima apparizione dell’attrice feticcio di Robert Altman

L’ultima apparizione della Duvall in tv risale al 2016, ospite del programma Dr. Phil.

In quell’occasione il presentatore Phil McGraw venne aspramente criticato per aver infierito sulla già compromessa e fragile salute mentale dell’artista texana più venerata da Robert Altman.

Shelley Duvall sul suo ruolo in Shining di Stanley Kubrick

Prima di approdare nel celeberrimo adattamento cinematografico del romanzo di Stephen King The Shining nei panni di Wendy Torrance, Shelley Duvall era una delle attrici anni Settanta più ricercate di Hollywood.

Affiancata dal talentuoso Jack Nicholson, in Shining Shelley Duvall venne diretta da Stanley Kubrick, regista notoriamente impegnativo con cui lavorare.

Si vociferava che Kubrick fosse stato particolarmente aggressivo con lei durante le riprese del celeberrimo film.

Per rendere più credibili alcune scene di Shining,infatti, il regista pare la tormentasse così frequentemente con scherzi macabri e paurosi da averle causato un esaurimento nervoso.

In primis, oggi, Shelley Duvall conferma che le riprese della pellicola furono all’epoca alquanto difficili:

“[Kubrick] non gira nulla almeno fino alla trentacinquesima ripresa. Trentacinque riprese, correndo, piangendo e portando un bambino, diventa difficile. Una performance completa fin dalla prima prova.”

“Prima di una scena, prendevo un walkman e ascoltavo canzoni tristi. O semplicemente pensi a qualcosa di molto triste nella tua vita o a quanto ti manca la tua famiglia o gli amici. Ma dopo un po’, il tuo corpo si ribella. Dice: ‘Smettila di farmi questo. Non voglio piangere ogni giorno’. E a volte solo questo pensiero mi faceva piangere.”

“Svegliarsi un lunedì mattina presto e realizzare che dovevi piangere tutto il giorno perché era in programma – beh, mi faceva scoppiare subito a piangere. Mi ripetevo, ‘Oh no, non posso, non posso’. Eppure l’ho fatto. Non so come ho fatto. Anche Jack mi ha detto così. Ha detto: ‘Non so come fai’.”

Una delle scene più memorabili di Shining, quella in cui Jack Torrance si avvicina cupo a Wendy che brandisce una mazza da baseball è stata, ad esempio, girata ben 127 volte.

“Era una scena difficile, ma si è rivelata una delle migliori scene del film. Perché l’abbiamo filmata per circa tre settimane. Ogni giorno. È stato molto difficile. Jack era così bravo, così dannatamente spaventoso. Non riesco a pensare a quante donne debbano affrontare questo tipo di cose.”

Shalley Duvall sfata il mito sul caratteraccio di Stanley Kubrick

Eppure Shelley Duvall è pronta a sfatare il mito sul caratteraccio di Stanley Kubrick.

Per la talentuosa attrice, il geniale regista newyorkese era al contrario un uomo buono e generoso:

“Se è stato crudele? Aveva quella vena in lui. Sicuramente ce l’aveva. Ma credo che lo avesse fatto perché la gente si era comportata così con lui in passato. Ma era molto caloroso e amichevole con me.”

“Ha trascorso molto tempo insieme a me e Jack. Voleva solo sedersi e parlare per ore mentre la troupe aspettava, anche se si trattava di far attendere un gruppo di 60 persone. Non gli importava. Aveva un lavoro molto importante da fare.”

Leggi anche: ‘Framing Britney Spears’: la principessa del pop rompe il silenzio dopo l’uscita del documentario
Continua a seguirci sui nostri social Facebook e Twitter!

Shining, Shelley Duvall ritratta su Stanley Kubrick: “Durante ‘Shining’ era molto amichevole con me”
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Attori Condividi adesso
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin