Tra ristrutturazioni e Covid il Centre Pompidou riaprirà solo nel 2027

Il ministro della Cultura francese, Roselyne Bachelot, ha annunciato che il Centre Pompidou di Parigi prevede di riaprire nel 2027
sei in  Architettura

12 mesi fa - 26 Gennaio 2021

Il ministro della Cultura francese, Roselyne Bachelot, ha annunciato che il Centre Pompidou di Parigi sarà sottoposto a un restauro di tre anni a partire dalla fine del 2023.

Secondo un rapporto di Le Figaro, l’istituzione prevede di riaprire nel 2027.

Non abbiamo più scelta, l’edificio è in pericolo“, ha detto a Le Figaro il presidente del Centre Pompidou Serge Lasvignes dell’ampia manutenzione necessaria per l’esterno delle tubazioni in acciaio progettato da Renzo Piano e Richard Rogers, costruito negli anni ’70.

La ristrutturazione, che si stima costerà 200 milioni di euro (242,9 milioni di dollari), porterà l’edificio agli standard di sicurezza e accessibilità necessari per il suo funzionamento continuato.

Con i lavori di ristrutturazione che dovrebbero essere completati entro la fine del 2026, il museo riaprirà in occasione del suo 50 ° anniversario nel 2027. La Bibliothèque Publique d’Information ospitata all’interno del Centre Pompidou sarà spostata in una sede temporanea durante l’edificio.

“C’erano due opzioni sul tavolo, una era ripristinare il centro mantenendolo aperto, l’altra essere completamente chiusa”, ha detto Bachelot a Le Figaro . “Ho scelto il secondo perché si è rivelato più breve nel tempo e un po’più economico.”

I musei francesi sono stati duramente colpiti dalla pandemia, con molti dei principali del paese chiusi al pubblico per gran parte dell’ultimo mese.

All’inizio di questo mese, il Louvre ha rivelato di aver registrato un calo di presenze del 72% nel 2020 a causa della crisi sanitaria globale, e l’apertura della Bourse de Commerce, che ospiterà la collezione di ARTnews Top 200 Collector François Pinault, è stata ritardata dai blocchi legati alla pandemia a Parigi.

Anche il Pompidou è stato colpito direttamente dal Covid-19. L’istituzione ha sospeso i suoi piani per aprire una filiale in Corea del Sud a marzo, proprio mentre la pandemia stava cominciando in Europa.

Leggi anche: L’account Instagram di Arseniy Kotov che ricerca perle nascoste dell’architettura sovietica
Seguiteci anche su Facebook & Twitter

Tra ristrutturazioni e Covid il Centre Pompidou riaprirà solo nel 2027
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin